Il mondo possiede un’anima nel cui noumeno é nascosto il linguaggio delle cose. Molti alchimisti vivendo hanno scoperto l’anima del mondo, la Pietra Filosofale e l’Elisir. Una grande verità e’ nascosta sulla terra: “Chiunque tu sia se interagisci forzatamente con il destino di un altro essere non troverai mai il tuo ed i fantasmi del passato t’inseguiranno senza lasciare spazio al presente ed al futuro se non all’oblio della folle vendetta che consumera’ le tue stesse energie. Gli eletti sono al di sopra di ogni cosa e questa semplice frase può essere scritta sulla tavola dello smeraldo.
Al contrario tutti coloro che sembrano avere la giusta chiave della vita altrui non sanno come spendere il loro tempo e dove indirizzare la loro incerta esistenza. La ricerca di un percorso di rifinitura “dal grezzo al levigato” comincia sempre con il riconoscimento dei propri valori, la consapevolezza dei propri limiti, la scoperta del maestro ma si compie con le fatiche di un eroe quasi mitologico contro i fantasmi dell’io e della sua molteplicita’. L’alchimista sa che la Fortuna non esiste se non generata dalla nostra mente come polo attrattore di energie cosmogoniche. Solo lo specchio riflette la verita’ su ciò che osserva e non può sbagliare. Come asseriva Erasmo da Rottedarm”: Lo specchio é per il corpo ciò che la ragione é per l’anima”. Lo specchio non sbaglia perché non pensa.
Impossibile trovare la verita’ senza darsi la possibilita’ di trovare quello che non si sarebbe mai disposti a credere e ad accettare.
La mente inganna sempre se non é risvegliata.

Melinda Miceli Scrittrice e Critico d’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *