La festa dell’assunzione in cielo dell’anima e del corpo di Maria è molto antica, il culto risale ai primi secoli del cristianesimo. Il racconto è stato redatto nel terzo, quarto secolo ma era diffuso, per tradizione orale, già nel secondo secolo.
Fu proclamata come dogma dalla Chiesa Cattolica Romana il primo novembre 1950; Papa pio XII nel 1946 dopo una consultazione con teologi e storici della religione fu convinto da un vero plebiscito di tutti i vescovi del mondo che lo convinse come fosse necessario rendere dottrina ciò, che dai primi secoli del cristianesimo, si credeva per letteratura. Il dogma fu istituto in quel preciso periodo per ricordare all’umanità uscita dagli orrori della seconda guerra mondiale, (olocausto, gulag, bomba atomica, distruzioni, migliaia di morti) che la Carne è sede della scintilla dell’Eterno.
Quella storia antica ricorda a te anche oggi, anche se non ci credi, anche se trovi sempre più difficile credere che in ognuno di noi, anche ora martoriati da un progresso che sta distruggendo la Natura, siamo materia e carne, certo, ma anche custodi di una luce che non muore e che nonostante tutto e tutti della scintilla dell’Infinito per sempre riluce.

Prof. Alberto D’Atanasio Storico dell’arte

Previous post Due Opere Sacre del D’Antoni per il Comune di Sant’Anatolia di Narco, in Umbria
Next post Il militellese Salvo Blanco tra arte, Radio, Cinema e Spettacolo approda al Contea Caravaggio MUSEUM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *